Babywearing: quale supporto scegliere?


In diversi post vi ho parlato di quanto sia importante, specialmente durante i primi tre mesi di vita del neonato, l'alto contatto, vi ho parlato dei benefici del portare, di come la fascia portabebè sia un ottimo alleato per continuare a svolgere le proprie attività quotidiane in casa ma anche (e soprattutto) fuori casa,  vi ho dato qualche consiglio su come scegliere il marsupio adatto, basandomi sulla mia esperienza personale, ed infine vi ho raccontato anche di come tornare in forma dopo la gravidanza con il proprio bebè grazie al Kangatraining
Insomma durante questi pochi anni dalla nascita del piccolo Pietro vi ho raccontato e parlato molto del babywearing e dei benefici del portare ma soprattutto dell'alto contatto tra mamma e bebè.
Però volevo donarvi qualche informazione in più, così ho chiesto alla mia amica  Giada Novelli, esperta e consulente babywearing, di aiutarci a capire quali sono i supporti a disposizione e qualche consiglio per scegliere il supporto adatto.

Lascio la parola a Giada...



Per una scelta consapevole dei supporti porta bebè è consigliabile conoscere le differenze tra un supporto e l'altro. In commercio se ne trova veramente una grandissima varietà, questo spesso crea confusione tra i genitori che non riescono a capire che cosa faccia al caso loro.

Innanzitutto è bene soffermarsi sulla differenza tra ergonomico e non.





Parliamo adesso dei supporti generalmente più utilizzati.


Fascia tessuta o rigida

È idealmente il supporto migliore per il neonato. Rispetta la sua fisiologia ( curvatura a C della colonna vertebrale e posizione a ranocchietta come quando era dentro la pancia della mamma).
Si può usare per tutto il percorso.
È un telo di tessuto lungo tra i 3 e i 5 metri circa.
La taglia va scelta in base alla corporatura del portatore e in base alle legature che vogliamo fare.
Se desiderano portare più persone si tende ad agevolare chi porterà di più , generalmente la mamma.
La taglia 6 è la misura consigliata per una corporatura media e con cui si possono fare tutte le legature.
Generalmente ha una trama diagonale che rende il tessuto sostenitivo, ma elastico in diagonale.
Questo permette di essere avvolgente e morbida sul bambino ed avere un buono scarico di peso sul portatore.
Esistono molti tipi di filato, il 100% cotone è consigliato per iniziare e perfetto per tutto il percorso. Si può spaziare poi con mix di tessuti con fibre naturali ( lino, canapa e bamboo)  e fibre animali ( lana, seta ecc). Ogni tessuto apporta delle caratteristiche differenti sulla resa della fascia.
La grammatura è il peso del tessuto espresso in grammi al metro quadro.
Ad una bassa grammatura corrisponde una fascia più sottile, al contrario una grammatura alta rende la fascia più spessa. Ad una grammatura maggiore corrisponde un maggior sostegno e occorre più manualità per legare. Con la fascia più fine però possiamo lavorare facendo una legatura con più strati quando sentiamo il bisogno di sostenere meglio il peso del bambino.
215-240 gr/m2 è la grammatura media.
Con una fascia tessuta si può portare pancia a pancia, passare al fianco e dietro la schiena.



Fascia elastica


Ha una lunghezza standard ( 5 metri circa ) si trova generalmente in jersey, è molto avvolgente, adatta per portare i neonati e viene considerata più facile da legare rispetto ad una tessuta.
Lo svantaggio è che ha una durata limitata nel tempo perché con l'aumentare del peso del bambino, il tessuto, essendo elastico, inizia a cedere.
È per questo che si consiglia sempre una legatura a tre strati.

Fascia ad anelli o ring sling


È un telo di tessuto lungo circa 2 metri con le stesse caratteristiche di una fascia tessuta.
Ha due anelli in alluminio anallergico in cui scorre il tessuto formando un’amaca dove si posizionerà il  bambino.
È indicata per portare sul fianco o mezzo fianco.
Si consiglia l’utilizzo quando il bambino tiene bene i muscoli del collo.
È perfetta per tragitti brevi e sali/scendi.
Il peso scarica soltanto su una spalla del portatore.



Supporti strutturati e semistrutturati 

Il mercato offre una vastità di supporti e la regola che il marsupio si possa utilizzare soltanto dopo i 6 mesi non è più così veritiera.
Iniziano ad esserci vari supporti che si possono utilizzare dal primo mese in poi (indicativamente perché ogni bambino è a se) garantendo una divaricazione giusta delle anche ed una morbidezza e sostegno per la schiena. Per quanto siano regolabili però, non saranno mai su misura come una fascia.
Esistono supporti pronti all’uso (come marsupi e pouch) o parzialmente da regolare (mei tai, wrap tai, hulf buckle, onbuhimo).
Per quanti riguarda i marsupi ergonomici troviamo supporti con pannello regolabile (evolutivi) oppure modelli a taglie (baby, standard, toddler e preschooler).

Queste sono informazioni generali su cui il genitore può orientarsi.
La cosa migliore sarebbe poterli provare, per questo ci sono molte consulenti che mettono a disposizione la loro fascioteca.
La consulente babywearing inoltre è formata per trasmettere tecniche di legatura studiate e verificate, scegliendole insieme ad un supporto adatto ed in base alle necessità del bambino e portatori.
Il rapporto diretto e non virtuale aiuterà i genitori a sentirsi sicuri.

Buone coccole a tutti.



Ringrazio moltissimo Giada per le preziose info che ci ha dato, soprattutto per aver fatto un po' di chiarezza su quali sono i supporti a disposizione.
Se desiderate rivolgervi a Giada Novelli per una consulenza privata, lei si trova a San Vincenzo (Livorno), potete contattarla al seguente numero 3396594335, seguirla su Instagram e Facebook

2 commenti:

  1. Post fantastico di marsupi, stiamo cercando uno per il piccolo e vogliamo tutte le informazioni possibili per fare il miglior acquisto possibile, tenendo conto non solo del peso e del comfort del bambino ma dell'ergonomia, del prezzo e di altre caratteristiche che lo rendono ideale . Grazie per aver condiviso così tante informazioni pertinenti. Saluti da una mamma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cara mamma, siamo felicissime io e Giada che questo post ti sia tornato utile, per qualsiasi info puoi contattare Giada ai link sopra, così potrà aiutarti e indirizzarti verso la scelta migliore.
      Saluti

      Elimina