Come organizzare un perfetto bagaglio a mano in poche mosse

by - lunedì, giugno 19, 2017

La Travel Blogger più richiesta dai Tour Operator, Valentina Carbone, in vista delle vacanze estive, ci spiega come organizzare il bagaglio a mano e cosa non deve mai mancare nella nostra valigia.
Siete pronte a prendere appunti?




Viaggiare è una delle cose che più amo fare al mondo e vi confesso che la parte che più amo è quella dell'organizzazione precedente alla partenza. Sono solita prendere un quaderno e annotarmi tutto il necessario: trasporti, orari, prezzi, posti da vedere, cibo da assaggiare. Insomma, davvero tutto quello che, altrimenti, dimenticherei facilmente presa dalla frenesia del viaggio.

Ma veniamo all’argomento principale: il bagaglio a mano. Fino a qualche anno fa, mi innervosivo al sol pensiero di dover riuscire a spostare il mio armadio in uno spazio così piccolo. E senza cognizione di causa, spostavo cose alla rinfusa senza logica.


Con il tempo, però, credo di essere migliorata e non vedo l’ora di darvi qualche consiglio utile.



IL BAGAGLIO A MANO PER UN VIAGGIO A BREVE/MEDIO RAGGIO

Sono due le tipologie di viaggio di cui voglio parlarvi:
  • il viaggio intercontinentale a lungo raggio.
  • il viaggio a breve/medio raggio;

Quando mi sposto in Italia e in Europa per un massimo di 5 giorni, sono solita partire solo con il bagaglio a mano e, se la compagnia lo consente (come Ryanair) porto anche una borsa a tracolla o uno zaino. In realtà, anche se la compagnia non lo consente, ho sempre portato con me anche una borsa a tracolla con tutti gli indispensabili (macbook, portafogli, telefonino, caricabatterie, uno snack, una bottiglia d’acqua acquistata dopo i controlli, salviette multiuso e la mia insostituibile Gopro per girare i video in ogni momento).



Come organizzo il mio bagaglio a mano?




Le prime due domande che bisogna farsi sono “Dove devo andare?”, “Cosa devo fare?” perché un viaggio di lavoro con meeting a destra e a manca è diverso da un viaggio fatto di spiaggia e scampagnate.
Supponiamo di partire per un viaggio in una capitale europea con il fine di visitarla in lungo e in largo, dalla mattina alla sera. Cosa serve realmente?
- un dinamometro: fondamentale per pesare il proprio bagaglio a mano in ogni momento per evitare di incorrere in sanzioni salate;


- 2-3 magliette o canotte. Nel caso in cui fosse inverno, optate per 1 maglione che sta bene con tutto o con più pezzi da sovrapporre;
- biancheria intima (sono solita prenderne 2-3 in più rispetto alle giornate di viaggio); calze (se si usano scarpe chiuse), 1 canottiera di ricambio (se siete freddolosi come me); - 2-3 paia di pantaloni o leggins o gonne, a seconda del vostro modo di vestire. Arrotolateli in modo da occupare pochissimo spazio e accertatevi di non portale capi d’abbigliamento che si stropicciano facilmente (portare un piccolo ferro da stiro sarà impossibile anche se, lo ammetto, una volta ci sono riuscita); - 1 paio di scarpe. Sceglietelo sulla base delle vostre preferenze. Io, per camminare ininterrottamente, da mattino a sera mi affido sempre a un paio di scarpe chiuse e comode;
- 1 busta trasparente, che dovrete uscire dal bagaglio al momento dei controlli, con contenitori con una capienza massima di 100ml (su questo non sono mai stati clementi). Io ne ho comprati 4, di quattro colori diversi, per shampoo, balsamo, olio per i capelli e sapone intimo. Oltre a questi aggiungo sempre le lenti a contatto, il liquido per le lenti, il dentifricio e - se necessario - anche qualche smalto e un piccolo acetone.
- 1-2 sciarpe o pashmine, a seconda della stagione; - 1 profumo, appositamente inserito nella sciarpa arrotolata; - se è estate e andate in un luogo di mare, non dimenticate un costume. Meglio metterlo che pagarlo, a destinazione, per 10 volte; - solo per noi donne (o forse no?!): un beauty-case piccolo. Procuratevene uno compatto e con più scompartimenti, magari, in modo da poter mettere tutto il necessario. Solitamente io porto: fondotinta, correttore, cipria, 2 matite per gli occhi, 2 rossetti, mascara, palatina di ombretti, eye-liner, terra piccola, blush piccolo, ferrettini ed elastici per capelli.
evitate di lasciare il pc, o altri strumenti informatici, nel bagaglio quando questo viene portato in stiva per mancanza di posti sull’aereo.


- angolo informatico, anche se questo non interesserà a tutti. Io sono solita destinare un piccolo spazio ai vari caricabatterie, strumenti per la Gopro, fotocamera e batterie di ricambio. Alcune compagnie danno anche la possibilità di portare una borsa all’infuori del bagaglio a mano e, con molta sincerità, io la porto ugualmente anche se non è permesso. Nella borsa inserisco tutte le cose strettamente necessarie e quelle che scelgo di non mettere nel bagaglio a mano: portafogli, cellulare, caricabatterie, gopro e Macbook che evito sempre di lasciare nel bagaglio a mano. 


Accorgimenti?
gli indumenti più ingombranti, indossateli;






IL BAGAGLIO A MANO PER UN VIAGGIO INTERCONTINENTALE





Nel viaggio intercontinentale, invece, tutto cambia. Il mio bagaglio a mano, solitamente, è uno zaino comodo e spazioso con tutte le prime necessità.
Considerando che un volo a lungo raggio avviene su un aereo che fornisce pasti e bibite, non ci sarà la necessità di comprare nulla prima del volo.
Un cambio (intimo+maglietta o vestito) che sarà utile soprattutto se dal freddo andate verso il caldo o, più semplicemente, se incorrete in problemi legati al vostro bagaglio;


Cosa portare?

  • salviettine rinfrescanti, vi serviranno dopo tante ore di volo;
  • passatempi come cruciverba, mp3, libri o, nel mio caso, Macbook per lavorare in libertà. Si sa che in volo non è possibile avere il wifi, se non a pagamento, e questo incentiva molto la mia concentrazione e riesco a lavorare nel migliore dei modi. Vi dirò che, durante l’ultimo volo Doha-Bangkok ho avuto la possibilità di connettermi gratuitamente per 15 minuti che, ovviamente, sono terminati in un battito di ciglia. Per il resto, l’aereo è fornito di televisori (molto spesso singoli per ogni passeggero, altre volte condivisi) quindi potrete rilassarvi ascoltando musica o guardando film;
  • caricabatterie per il cellulare: sarà indispensabile avere un cellulare carico appena arrivati a destinazione;
  • tutto quello di cui non potete fare a meno.
Per tutti coloro che sono interessati, ho realizzato anche un video su youtube riguardante il bagaglio a mano perfetto per l’estate: 











Grazie a tutti,

Valentina


You May Also Like

2 commenti

  1. La più richiesta??? Ma da quando? Lavoro per un TO e non la conosce nessuno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco il link tanto per capire i premi che Valentina ha ricevuto! https://www.valentinacarbone.it/avada_portfolio/collaborazioni-valentina-carbone/

      Elimina