Baby Cuore si chiamerà...

by - lunedì, aprile 24, 2017



Scegliere un nome, non c'è cosa più difficile secondo me. 
Ricordo ancora quando i miei genitori, alla tenerà età di 10 anni, mi regalarono un bellissimo gattino bianco dal musetto rosa, con gli occhi verde smeraldo (fu amore a prima vista!), ma scegliere il nome fu cosa molto - ma molto - difficile. Penso che nell'arco di tre giorni avrò cambiato almeno venti nomi, non riuscivo proprio a decidermi, qualsiasi nome mi sembrava inappropriato per lui, così ogni giorno provavo ad "affibbiargli" nomi differenti, dal classico "pallina" a "silvestro" (che fantasia!) a "Romeo" (er mejo der colosseo!). Fino a quando, in un caldo pomeriggio di Settembre, il veterinario mi pone la fatidica domanda "come lo chiamiamo questo bel gattino?"

Il panico. 
Non avevo la minima idea di che nome dargli. 
Continuavo a guardare i miei genitori, cercando il loro aiuto ma si sono subito deliberati da ogni tipo di responsabilità dicendo "il gatto è il tuo, tu sei la sua padrona, devi decidere tu"
Ecco, e te pareva! Per una volta che gli chiedo un consiglio me la devo vedere da sola. 
In quel momento però arrivò l'illuminazione! 
Quel gattino tanto coccoloso quanto dispettoso, era un gran giocherellone e amava correre e saltare, così mi venne subito in mente un grande motociclista (non chiedetevi per quale assurdo motivo all'età di 10 anni pensai a lui in quel momento!), il cui nome è Max Biagi. 
Finalmente avevo trovato il nome perfetto per il mio gattone: Max.
Mai nome fu più azzeccato per lui che nel corso degli anni divenne il "Conte Max" della casa, tra coccole e vizi posso dire che lui fu il mio compagno di giochi fino a quando due anni fa, a causa di una malattia e della vecchiaia, se ne andò via.

Dopo avervi raccontato la diatriba per la scelta del nome del mio gatto, potete ben immaginare quanto sia stato difficile per me, scegliere il nome da dare al proprio figlio.


Partendo dal presupposto che l'unico nome certo era Ginevra - nome che al momento sembra andare di gran moda mentre io fin all'età di 15-16 anni (periodo in cui scoprì questo nome), decisi che se un giorno avessi avuto una figlia femmina le avrei dato questo nome - nel momento in cui tutti i miei desideri di avere una figlia femmina sono andati letteralmente a "farsi friggere", scegliere il nome per il figlio maschio è stato - diciamo - più complicato.
Tuttavia, con Luca abbiamo sempre fantasticato sui possibili nomi maschili, ma come al solito viaggiamo su due stili completamenti differenti, lui va molto per i nomi classici e più comuni (come Marco), mentre io prediligo nomi più eleganti e ricercati (come Riccardo). Nonostante ciò , c'è sempre stato un nome che ci accomunava e ci piaceva per diversi motivi.

Una volta scoperto il sesso di Baby Cuore è scattato il toto nome: Pietro, Elia, Isaia, Geremia, etc...
Ok tutti nomi completamente differenti da quelli che avevamo stilato in passato tranne uno che è rimasto sempre il nostro preferito.
Dopo aver avuto la conferma che Baby Cuore è un bel maschietto, ci siamo seduti a tavolino - davanti ad un'ottima cena, perché si sa' che a stomaco pieno si ragiona meglio - e abbiamo iniziato a ragionare sul nome da dare a nostro figlio.

In finale sono arrivati due nomi: Pietro ed Elia.

Chi avrà vinto?
Ma prima di tutto, perché mai mettere due nomi così rari e per certi versi "antichi"?

Elia è un nome davvero particolare, originale e molto bello. Non è un nome adatto a tutti. 
Ricordo che ne rimasi colpita quando un pomeriggio, mentre facevo le prove per una gara di hip-hop, una mamma chiamava il suo bambino "Elia vieni qui!", da quel momento ne rimasi colpita.

Pietro è un nome imponente, forte, "cazzuto" (si può dire?!). E' un nome di una certa rilevanza per noi Cristiani - chiaramente lo è anche Elia - ma soprattutto per noi romani. Tra le altre cose mio nonno si chiamava Pietro, e mio nonno era un pescatore ed anche mio marito è un pescatore, ed io sono molto legata a mio nonno, ma ad essere sincera non sono così tradizionalista da scegliere il nome di mio nonno per nostro figlio.

Vi state chiedendo che nome abbiamo scelto?



Alla fine dopo una lunga riflessione abbiamo scelto ....  Pietro!

Ebbene sì, Baby Cuore si chiamerà Pietro, della serie un nome tutto un programma e per certi versi sta già mostrando di avere un certo carattere, ma speriamo che sarà anche tanto buono come mamma e papà.



You May Also Like

4 commenti