Maira & Claudio: un matrimonio fra arte e basket

by - venerdì, ottobre 30, 2015

Torniamo con la rubrica "Un caffè con.." ed oggi siamo in compagnia di Maira e Claudio
Dovete sapere che io e Maira siamo state compagne di classe durante gli anni del liceo e mi porto dei bellissimi ricordi delle giornate passate sui banchi di scuola. 
Quando ho saputo che si è sposata a Giugno ero felicissima per lei! Perciò non ho esitato a chiederle se le andava di raccontarci il giorno del suo matrimonio e tutti i preparativi che lo hanno preceduto.
Ciò che più mi ha colpito del racconto di Maira è la gioia che emanano le sue parole e di come la famiglia e gli amici sono un sostegno fondamentale per gli sposi durante i preparativi (e non solo).
E' bellissimo vedere come dai loro volti traspare la felicità e solo a guardarli, in noi sale sempre più la voglia di sposarci.






"La nostra avventura nel mondo dei preparativi inizia dopo una bellissima proposta di matrimonio che Claudio mi ha fatto durante la vacanza in Sicilia nel 2013, davanti l’alba sul mare! Rientrati a Roma abbiamo dato la lieta notizia a tutta la famiglia e di li a poco sono iniziati i preparativi. Primo passo, una visita alla fiera Roma Sposa da cui siamo usciti con mille cataloghi e tanta confusione. Facciamo tutto da soli? Chiamiamo un Wedding Planner? E il tema? Generico o che parli di noi? Allora ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo deciso di iniziare dalla location. 

Entrambi eravamo d’accordo sul rito civile quindi abbiamo saltato la scelta della chiesa e con l’aiuto del sito Matrimonio.com abbiamo iniziato a cercare ville, casali, agriturismi nella zona di Roma e provincia, ma non ci convinceva nulla, un po’ per i costi a volte troppo elevati, un po’ per l’aspetto, un po’ perché, sarò sincera, io desideravo qualcosa che avesse l’aspetto della villa, con la piscina, un bel giardino che non avesse, però, i costi delle ville; poi volevo anche l’interno un po’ rustico ma con delle belle vetrate che rendessero l’ambiente più arioso. Insomma volevo la Luna, così mi hanno risposto in molti. Ma non abbiamo mollato e abbiamo pensato di estendere un pochino la ricerca, finché ci capita davanti l’immagine di un agriturismo a Viterbo. Aveva tutto! Ci hanno invitato ad una cena di prova gratuita nel novembre 2013, è stata la prima location che abbiamo visitato e ce ne siamo innamorati. Giardino, piscina, grandi vetrate, cucina ottima e la possibilità di celebrare il rito all'interno del giardino. Il tutto ad un prezzo assolutamente incredibile. Ovviamente non ce lo siamo fatti scappare! Abbiamo scelto la data, il 6.6.2015, e abbiamo prenotato l’agriturismo. 







Fatto ciò abbiamo scelto tema per tableau e tavoli, e colori: bianco e viola, e come tema l’unione delle nostre passioni, l’arte per me e il basket per lui. I preparativi sono poi seguiti tra un preventivo e l’altro, ma alla fine abbiamo optato per poche cose ma buone, e molte fatte da me con l’aiuto di mamma, sorella e suocera. Abbiamo realizzato a mano i confetti per il riso, i ventagli, il tablueau (disegnato da un amico di Claudio e decorato da noi), i cartoncini con i nomi dei tavoli, i segnaposto e anche le partecipazioni. Claudio è un abile scrittore di poesie in romanesco e abbiamo deciso di scrivere così le partecipazioni e la lista di nozze, che nel nostro caso è stata la richiesta di quote per il viaggio destinate al nostro conto corrente, non quello dell’agenzia. Anche perché, non c’è stata nessuna agenzia. Anche il nostro viaggio di nozze ce lo siamo organizzato e prenotato da soli sul sito Booking.com per gli hotel e Alitalia per i voli. Poi attraverso amici che già si erano sposati abbiamo trovato fioraio, animatore per bambini, musica e animazione per noi adulti, e parrucchiera/truccatrice per me, a prezzi ottimi grazie agli sconti per il passaparola. Per la macchina io non avevo grandi ambizioni, non amo le macchine d’epoca e così ho chiesto ad un amico di Claudio se voleva farmi da conducente con la sua bellissima Romeo Giulietta bianca ed ha accettato con piacere. 





Restavano i nostri abiti, le fedi, e il fotografo. Alla fiera Roma Sposa ci eravamo innamorati di fedi molto particolari, e alla fine abbiamo scelto quelle nonostante ne avessimo viste molte altre. Sono costate un pochino più delle classiche ma sono davvero speciali per noi, hanno un doppio anello con una doppia incisione, una rimane nascosta, solo per noi. Gli abiti, Carnevali per me e Celli per lui, sono quelli che ci hanno fatto innamorare immediatamente! Sia io che lui ne abbiamo provati davvero pochi, forse tre o quattro, prima di trovare quello che volevamo! E ultimo, ma non per importanza (assolutamente), il fotografo. Non avevamo dubbi, siamo andati a parlare con il fotografo che si è occupato del matrimonio di mio cognato, ci ha fatto vedere i suoi lavori e le ultime tendenze e ci ha convinti più di quanto non lo fossimo già!
I preparativi sono stati caotici, stressanti e bellissimi, ma nonostante avessimo fatto e pensato di tutto affinché quel giorno fosse perfetto, c’è sempre qualcuno (nel mio caso anche più di uno) che fa qualche errore. Ma con la calma e la professionalità delle persone che abbiamo scelto, siamo riusciti a risolvere tutto, sia durante il matrimonio che dopo. E la giornata è stata un successone! Gli invitati sono stati benissimo, ci hanno fatto complimenti per tutto ed erano felicissimi, e noi nemmeno a dirlo! Il nostro matrimonio è stato sicuramente semplice, famigliare, divertente, personalissimo ed economico quanto basta!"

You May Also Like

0 commenti